STRATI

STRATI è un programma che vuole migliorare l’esperienza della diffusione del suono dal vivo su acousmonium e sistemi analoghi, offrendo maggiori possibilità di controllo sull’articolazione del suono nello spazio e diminuendo al contempo il numero di controlli fisici in uso.

Il software può essere visto come un’evoluzione del classico approccio alla diffusione del suono, in cui ad ogni fader non corrisponde più un singolo altoparlante (o un gruppo di altoparlanti in link), piuttosto il controllo d’ampiezza di una matrice di routing dell’intero sistema audio. Il musicista può così cambiare l’equilibrio dell’immagine sonora dell’intera sala muovendo soltanto un singolo fader.

L’idea originale proviene da una piccola patch commissionatami da Lucio Garau per uno dei suoi concerti acusmatici. È stato lui a propormi di svilupparla poi ulteriormente per farne nascere un software completo, che ho programmato in Max/MSP 5 e poi continuato ad aggiornare fino all’ultima versione in Max 7. Al contempo, ne è stata sviluppata una versione in ObjC, la quale però non ha mai raggiunto un buon livello d’usabilità, il che mi ha spinto a continuare a sviluppare la più piccola versione in Max.

Il progetto continua ad evolvere come ricerca indipendente: sto ora collaborando con Marco Accardi, programmatore e sound designer di stanza a Berlino, per migliorare l’esperienza dell’utilizzatore finale. I prossimi passi includono:

  • Rappresentazione grafica dell’onda sonora e dell’impianto in uso (mappa interattiva della sala);
  • Introduzione di input live per le performance di musica mista;
  • Introduzione di moduli per l’encoding e decoding del flusso audio in Ambisonics

 

 

Al momento STRATI non è disponibile al pubblico in quanto siamo nel bel mezzo di un processo di revisione che richiederà un po’ di tempo. Se siete interessati nel progetto e volete una versione demo limitata per valutarne le potenzialità potete contattarmi liberamente.

 

CREDITS:

original concept: Lucio Garau

software architecture: Manfredi Clemente

Max/MSP development: Manfredi Clemente

Future development: Manfredi Clemente and Marco Accardi

 

I commenti sono chiusi